Isterosonografia o sonoisterografia: cosa è e quando si fa?

Isterosonografia registrata video

L'Isterosonografia è un esame ecografico transvaginale che, indagando la cavità uterina, permette di individuare possibili alterazioni dell’utero quali, ad esempio, polipi endometriali, anomalie congenite, ispessimenti dell’endometrio, fibromi, malformazioni uterine ecc.…, che sono spesso la causa di alterazioni del ciclo mestruale, spotting (perdite ematiche intermestruali), perdite ematiche della post-menopausa o infertilità.

È un esame generalmente prescritto a tutte quelle donne che presentano quei disturbi ginecologici sopra indicati.

 

Come avviene l’isterosonografia?

Dopo aver introdotto lo speculum, si inserisce in utero un piccolissimo catetere plastico sterile (solitamente di diametro 1,2 mm) attraverso il quale si inietta una semplice soluzione fisiologica, che servirà a distendere le pareti dell’utero per averne una visione chiara.

Successivamente, il medico eseguirà un’ecografia transvaginale con immagini ad alta definizione attraverso le quali potrà studiare con precisione e accuratezza l’interno della cavità uterina, al fine di riscontrare anomalie, se ve ne sono.

In certi casi, per esempio se vi è un sospetto di infertilità, l’indagine può comprendere anche le salpingi (o “tube di Falloppio”). Dunque, insieme alla soluzione fisiologica potrà essere iniettato un piccolo quantitativo di aria per verificare il passaggio e quindi l’apertura delle tube. In quest’ultimo caso, l’esame diagnostico prende il nome di isterosonosalpingografia (o sonosalpingografia).

L’ isterosonografia è un esame generalmente non doloroso né pericoloso, il fastidio è pressoché nullo e si esegue in ambito ambulatoriale.

L’esame ha una durata di circa 20-30 minuti.

 

Qual è il periodo in cui si può fare l’esame isterosonografia?

Entro e non oltre la quattordicesima giornata del ciclo. Nelle pazienti in menopausa si può eseguire in qualunque momento. Nelle pazienti che prendono la pillola anticoncezionale può essere effettuato in qualunque momento, ad eccezione del periodo mestruale.

 

Quale preparazione serve per l'esame isterosonografia?

Non vi sono particolari procedure da seguire, semplicemente è necessario presentarsi a vescica vuota. Normalmente nella scheda della paziente è bene comunicare allergie a farmaci, altre patologie o cure in corso.

Il digiuno per questo esame non è necessario.

 

L’isterosonografia è dolorosa?

L’isterosonografia è un esame che si esegue senza anestesia, normalmente non doloroso.

È possibile però avvertire un leggero fastidio quando viene iniettata la soluzione fisiologica.

 

 

 

 

Ambulatorio: