Prurito anale, tutte le cause.

proctologo milano, prurito anale, visita proctologica milano

Il prurito anale è un sintomo comune, caratterizzato dal bisogno irrefrenabile di grattarsi.
Riporto qui un elenco delle cause, che prevedono diversi meccanismi d’azione, il più comune dei quali è la perdita di liquidi in regione ano-perianale:

 

  • le emorroidi (con eventuale prolasso mucoso associato), la ragade anale, le fistole, le papille ipertrofiche, l’anite, le proctiti, le marische, il prolasso del retto, il carcinoma anale, il M. di Paget a localizzazione anale, i condilomi anali, l’adenoma villoso del retto, la diarrea, l’ipotonia sfinteriale e le cicatrici essudative dopo chirurgia proctologica.
  • dermatiti da contatto determinate dall’uso cronico di farmaci topici come unguenti, pomate e soluzioni a base di miscellanee di antibiotici, di steroidi, di anestetici ed antistaminici, spesso applicate in modo incongruo per la cura di emorroidi, di ragadi o del prurito stesso.
  • Le dermatiti possono essere anche secondarie al contatto con tessuti sintetici, di nylon, colorati, con il detersivo usato per il loro lavaggio o con i saponi per l’igiene intima. Anche i profilattici utilizzati per i rapporti anali possono causare dermatiti da contatto. Fattori favorenti l’instaurarsi di una dermatite da contatto sono il sudore, gli eccessivi e ripetuti lavaggi e la carta igienica.
  • Malattie dermatologiche primitive quali la psoriasi, il lichen piano, il lichen simplex, l’eczema e la leucoplachia.
  • Sifilide anale
  • Gonorrea retto-anale
  • Tubercolosi anale
  • Terapia immunosoppressiva.
  • Impetigine, foruncolosi, infezioni da stafilococco e da Pseudomonas, o da Trichomonas per contaminazione dalla regione vulvare.
  • Miceti, soprattutto la Candida albicans
  • Condilomi acuminati
  • Herpes simplex genitale e mollusco contagioso.
  • Parassitosi intestinali, soprattutto quelle da ossiuri
  • La pediculosi e la scabbia
  • Emissione ripetuta di feci liquide
  • Diabete mellito
  • Anemie ipocromiche
  • Nefropatia cronica in trattamento dialitico
  • Epatopatie croniche ed in particolare la cirrosi epatica con ipertensione portale
  • Il sudore e le feci alcaline
  • Negli omosessuali possono instaurarsi molte infezioni virali, batteriche e micotiche (soprattutto in quelli con AIDS), traumi diretti, le proctiti, la neuropatia sfinteriale
  • Dermatosi perianale secondaria a lesioni da grattamento.
  • Talora la causa è sconosciuta (Prurito Anale idiopatico)

 

La diagnosi prevede una attenta raccolta dell’anamnesi e uno specifico esame obiettivo. La terapia dipende ovviamente dalla conoscenza della causa scatenante, dalla gravità e dalle caratteristiche del sintomo.

 

A cura di:

Dott. Gaetano Tessera

 

 

Ambulatorio: