La visita ginecologica

CHE COS’E’ LA VISITA GINECOLOGICA?

La visita ginecologica è un esame specialistico che viene eseguito dal ginecologo, per accertare lo stato di salute degli organi genitali femminili, esterni ed interni (vulva,vagina, utero, ovaie e tube di Falloppio) e per diagnosticare le patologie e le disfunzioni che possono colpirlo.

COME SI SVOLGE LA VISITA GINECOLOGICA ?

La visita ginecologica è solitamente preceduta da un colloquio informativo, durante il quale il medico raccoglie le informazioni anamnestiche e spiega passo dopo passo le tappe dell'esame. Dopo questa prima fase, la paziente si accomoda sul lettino ginecologico, dove il medico procede con l'ispezione esterna dei genitali, a cui segue il controllo interno (esame con lo speculum, esplorazione vaginale e palpazione bimanuale).

E’NECESSARIA UNA PREPARAZIONE ALLA VISITA?

Per sottoporsi ad una visita ginecologica non vi è necessità di una preparazione particolare. Per effettuare la visita ginecologica, è consigliabile che il retto e la vescica siano vuoti, salvo diverse indicazioni del medico.
 

CON CHE FREQUENZA SOTTOPORSI ALLA VISITA ?

E’ consigliabile sottoporsi ad una visita ginecologica di controllo annuale  anche se apparentemente si sta bene. In presenza di problemi particolari che richiedono monitoraggi più frequenti, il medico può indicare una diversa periodicità.

A CHE ETA’ SOTTOPORSI ALLA PRIMA VISITA?

Per la prima visita ginecologica non esiste una vera e propria “età giusta”. Si va dallo specialista con l’arrivo della prima mestruazione (menarca), ma solo se si verificano particolari problemi o quando arriva troppo precocemente (9-10 anni). La vera indicazione per fare la prima visita corrisponde, piuttosto, all’inizio dell’attività sessuale. Sarebbe ancora meglio incontrare il ginecologo prima di tale inizio, in modo da vivere la fisicità avendo già un’idea di cosa aspettarsi e di come prevenire i problemi connessi. Con la prima visita, inoltre, si può approfondire la conoscenza del proprio apparato genitale, generalmente abbastanza approssimativa, e si ha l’occasione per soddisfare tante curiosità. 

 

 

Testo a cura di

Dott.sa Valentina Samarati

Ostetrica BMC

Ambulatorio: